home   |    chi siamo   |    contatti
biblioteche   |    distributori   |    carrello
autoreTommaso Manfredi
titoloFilippo Juvarra. Gli anni giovanili
collanaBiblioteca Blu. Saggi
editoreArgos
anno2010
formato23x30 cm
illustrazioni763 colore e b/n
pagine566
prezzo€ 90,00   € 72,00
ISBN978-88-88690-36-0
disponibilitàdisponibile
     

in breve

Proposto al servizio di Luigi XIV come uno dei migliori architetti d'Italia da Franēois Poerson, direttore dell'Accademia di Francia a Roma, nel 1709 il giovane Filippo Juvarra (1678-1736), a cinque anni dal suo arrivo a Roma da Messina, rappresentava il prototipo dell'architetto di corte: straordinario disegnatore, ma anche progettista completo, in grado di gestire tutti i livelli della produzione architettonica, dalla vasta scala al dettaglio decorativo. Questo volume si occupa del lungo processo che fino al 1714 condusse Juvarra prima a maturare un linguaggio personale e attraente e poi a raggiungere il suo obiettivo di realizzare grandi architetture degne di un sovrano alla corte dell'ambizioso Vittorio Amedeo II di Savoia, proiettandosi al vertice della fama internazionale. L'imponente produzione grafica, riguardante studi, progetti ideali e reali per le cittą di Messina, Roma, Napoli, Lucca e altre localitą, disegni per apparati effimeri e teatrali, č per la prima volta analizzata sistematicamente con il supporto di un vasto apparato iconografico. Una completa reinterpretazione del catalogo juvarriano ha evidenziato la complessitą della sua peculiare natura interdisciplinare tra architettura, scenografia, pittura, scultura e incisione: dal periodo messinese, a quello romano avviato nel 1704 con il decisivo contatto con i maestri Carlo e Francesco Fontana, all'attivitą didattica presso l'Accademia di San Luca, al servizio presso la corte del cardinale Pietro Ottoboni connotato dalla produzione di memorabili scenografie teatrali, all'approccio con Vittorio Amedeo II a Messina. Parallelamente si č delineato il contesto artistico e professionale in cui si svolse la carriera di Juvarra tra Messina e Roma, attraverso articolate panoramiche critiche dei rispettivi ambienti professionali e culturali che contribuiscono a spiegare il suo ruolo tra i maggiori virtuosi del Settecento europeo.

il sommario

I. LA PRIMA FORMAZIONE. MESSINA
II. ALLA SCOPERTA DI ROMA
III. LA CONQUISTA DELL'IDENTITA
IV. L'ARCHITETTO ROMANO
V. L'ACCADEMICO
VI. ALLA CORTE DEL CARDINAL OTTOBONI
VII. L'ARCHITETTO VIRTUOSO
VIII. L'ARCHITETTO DEL RE
IX. ICONOGRAFIA DI UN ARCHITETTO

BIBLIOGRAFIA
INDICE DEI NOMI
INDICE DEI LUOGHI E DELLE COSE NOTEVOLI

l'autore

TOMMASO MANFREDI, architetto, č ricercatore presso la Facoltą di Architettura dell'Universitą degli studi 'Mediterranea' di Reggio Calabria - Dipartimento Patrimonio Architettonico e Urbanistico. Si occupa di storia dell'architettura e della cittą in etą moderna e contemporanea (con particolare riferimento a Francesco Borromini, Filippo Juvarra e Francesco Milizia), alla formazione degli architetti europei nel Settecento e nell'Ottocento, alla storia urbana di Roma, alla trattatistica del Seicento e del Settecento, su cui ha pubblicato numerosi contributi. Per le edizioni Argos č autore delle monografie «I Virtuosi al Pantheon. 1700-1758» (con G. Bonaccorso, 1998) e «La costruzione dell'architetto. Maderno, Borromini, i Fontana e la formazione degli architetti ticinesi a Roma» (2008).


TOP

Copyright © 2010 Dat Donat Dicat Srl - P.Iva 06943841004