home   |    chi siamo   |    contatti
biblioteche   |    distributori   |    carrello
titoloGNOSIS 4/2018
Rivista italiana di intelligence
editoreArgos
anno2018
formato18x27 cm
illustrazionibianco/nero e colore
pagine256
prezzo€ 15,00
ISBN978-88-88690-16-2
ISSN1824-5900
     
il sommario


editoriale

Punto di Vista di Sergio Romano

araldica / Asio - Repubblica australiana

Federico Martelli - Roberto Navigli
Disambiguare le reti sociali

Michele Colajanni
Social. Raccomandazioni per l'uso

Stefano Maria Iacus
Social network, Data science e intelligence

Maurizio Tesconi
Fake People. I falsi profili automatizzati

Arije Antinori
Sicurezza nazionale in quanto 'sicurezza (cyber-)sociale'

Carlo Batini
Una nuova categoria culturale nell'epoca del digitale: la Datacy (I Parte)

Andrea Ceron
Isis negli occhi

Manlio Graziano
Il Medioevo prossimo venturo. Religione e cultura politica (I Parte)

Federico Moro
Lungo le Vie della Seta. L'intelligence e la conquista di un impero

Robert Andrew Graham S.J.
La Santa Sede e la difesa degli ebrei durante la Seconda guerra mondiale

Mauro Canali
Freya Stark (I Parte)

Umberto Broccoli
«Deus lo volt». Contrasti antichi e mai risolti nel Mediterraneo delle religioni (I Parte)

Andrea Sperini
Le manifestazioni del jihad in Europa. Contenuti e rimodulazione dei caratteri in chiave antisistema

Alberto Gasparetto
Turchia e Iran. Partner economici e rivali geopolitici

Gianluca Falanga
«... con la dovuta delicatezza e sensibilità»
Gli agenti seduttori della Germania orientale. Il «metodo Romeo»

Paolo Bertinetti
John Bingham. Quando la finzione prevale sulla realtà

Ferdinando Sanfelice di Monteforte
La nebbia della guerra in mare. I classici della strategia marittima
e la raccolta delle informazioni. La scuola anglo-americana (I Parte)

Andrea Molinari
La febbre dell'oro bianco. Il segreto della porcellana nell'Europa del Settecento (I Parte)

Enrico Silverio
Tiberio Claudio Massimo, l'explorator che quasi catturò Decebalo

Roberto Ganganelli
Roma, l'imperatore e l'esercito in moneta

Giancarlo Zappoli
Intrigo internazionale (North by Northwest)

Giuseppe Pollicelli
Spie a fumetti tra vecchio e nuovo millennio

Melanton
Il lato sorridente dell'intelligence


approfondisci

In linea con l'attenzione da sempre riservata ai 'temi caldi' dell'attualità, anche in quest'ultimo numero dell'anno 2018 Gnosis dedica un primo spazio di riflessione (che proseguirà nella prima uscita dell'anno 2019) sugli effetti sociali, politici ed economici delle nuove tecnologie digitali, il cui ruolo ha tanto inciso sui codici e sui paradigmi relazionali del nuovo secolo, modificando in profondità il profilo informativo e comunicazionale dell'uomo moderno.
Dopo il tradizionale Punto di vista di Sergio Romano, focalizzato sulla Brexit e le possibili conseguenze all'interno del Regno Unito e nello scacchiere geopolitico non solo europeo, una teoria d'articoli, con scansione multidisciplinare, indagano i diversi aspetti legati alla diffusività e alla pervasività dei social network, ormai cartina di tornasole dell'evoluzione individuale e della collettività digitale.
Le prime conquiste dell'intelligenza artificiale già consentono tecniche di disambiguazione che superano gli inciampi della natura polisemica delle parole, contestualizzandole e razionalizzandone la raccolta e l'elaborazione semantica (Federico Martelli e Roberto Navigli). Dal campione massivo e multidirezionale dei social si coglie l'assuefazione digitale degli utenti che, più o meno consapevolmente, alimentano quei Big Data tanto economicamente appetiti da ispirare ambigue e selettive azioni di profilazione e d'influenza che trasondano dal mero campo commerciale (Michele Colajanni), inducendo gli analisti istituzionali e gli esperti accademici a promuovere attività di ricerca di tipo non solo situazionale / nowcasting ma anche previsionale / forecasting (Stefano Maria Iacus).
È necessaria una risposta sempre più competitiva alle sofisticate minacce via web, come nel caso degli account automatizzati che consentono ai social bot di aumentare esponenzialmente l'effetto invasivo e intrusivo (Maurizio Tesconi), ribadendo il ruolo strategico della cyber sicurezza in un'epoca, qual è la nostra, in cui l'evanescente confine tra reale e virtuale, e il conseguente ibrido ecosistema sociale e culturale richiedono operatori dell'intelligence sempre più all'avanguardia e cross-disciplinari (Arije Antinori). Questa nuova sensibilità consente di cogliere la portata innovativa ed espansiva dei mercati 'data rich' e l'impegno 'integrato' della gestione dei rischi secondo un approccio combinatorio delle informazioni, fondato sulla datacy (Carlo Batini), o emozionale, attraverso la sentiment analysis (Andrea Ceron).
Tornando sui temi più generali dell'intelligence, Gnosis propone l'analisi di Manlio Graziano, sui complessi rapporti tra politica e religione, dagli albori del cristianesimo e dell'islam sino al XVII secolo, sotto la spinta decisiva delle 'minoranze creative' nonché dell'altalenante e contraddittoria osmosi tra l'instrumentum regni e l'instrumentum religionis; e di Federico Moro che, tracciando le coordinate strategiche della Quarta crociata, rinviene l'attualità di quelle «costanti geopolitiche di lungo periodo» che sottendono anche ai progetti moderni del Trimarium e della Via della Seta. Contestualmente, si offre lo studio di Robert Andrew Graham S.J., già edito nel 1990 su «La Civiltà Cattolica», sulla rivalutata azione diplomatico-umanitaria della Santa Sede durante il Secondo conflitto mondiale di cui l'autore è stato prolifico analista. Proseguendo, Mauro Canali presenta la figura di Freya Stark, scrittrice, avventurosa viaggiatrice e coraggiosa antagonista del Sim italiano per conto dell'Intelligence Service inglese in Africa e Medio Oriente; Umberto Broccoli si addentra nelle correnti avverse delle religioni che rendono tumultuoso ancor oggi il Mediterraneo, partendo dal mistero avventuroso delle prime crociate, così come emerge dalla verbosa retorica delle testimonianze papali e agiografiche; Andrea Sperini evidenzia con una originale lettura i molteplici fattori individuali e sociali che innescano, in modo oggi del tutto inedito, il processo di radicalizzazione e di deriva terroristica nell'Europa moderna; Alberto Gasparetto delinea uno spaccato geopolitico e storico del confronto tra la Turchia e l'Iran, diversi ma ugualmente strategici snodi del fitto reticolo di interessi culturali ed economici concorrenti nelle faglie tra l'Occidente e l'Oriente; Gianluca Falanga recupera alla memoria il 'metodo Romeo' pianificato e svolto con sapienza psicologica da Marcus Wolf che seppe ben sfruttare le vulnerabilità sessuali e affettive della 'quota rosa' dell'intelligence occidentale; Paolo Bertinetti tratteggia la biografia della spia inglese John Bingham, giallista di discreto successo e nell'MI5 superiore del più noto ma meno engagé le Carré, che anche sulla sua figura costruì il personaggio di Smiley.
Con Ferdinando Sanfelice di Monteforte si richiamano le prime scuole di strategia marittima - francesi, britanniche e americane - presentandoci quei maître à penser che seppero valorizzare la disciplina anche sotto l'aspetto informativo; Andrea Molinari ci disvela i segreti delle porcellane cinesi, per secoli feticcio dell'élite e leva economica delle potenze, su cui scienza e intelligence di mezza Europa concentrarono i propri sforzi sino al positivo esito nel XVIII secolo; Enrico Silverio ci riporta nell'Antica Roma, tra speculatores ed exploratores che, come nella guerra dacica, seppero conferire all'intelligence capacità tattiche ed efficienza operativa.
Come da tradizione, questo numero si conclude con le rubriche di numismatica, sul rapporto tra l'imperatore romano e le sue legioni (Roberto Ganganelli); di cinematografia, dedicata a "Intrigo internazionale" e alla visione di Alfred Hitchcock dei chiaroscuri dell'intelligence (Giancarlo Zappoli); del fumetto, sugli "Uomini in Nero" e l'affermazione dei comics sullo spionaggio a cavallo del nuovo millennio (Giuseppe Pollicelli) e, infine, di umoristica, con lemmi in bilico tra il serio e il faceto, levigati con garbo filosofico e semantica voluttà dissacratoria (Melanton).




ABBONAMENTO GNOSIS:

per numero
Italia, euro 15,00
Europa, euro 18,00
Internazionale, euro 25,00

abbonamento annuale (4 numeri)
Italia, euro 48,00
Europa, euro 58,00
Internazionale, euro 80,00

Per sottoscrivere un abbonamento compilare il e inviarlo all'indirizzo: info@datdonatdicat.it

TOP

Copyright © 2010 Dat Donat Dicat Srl - P.Iva 06943841004