home   |    chi siamo   |    contatti
biblioteche   |    distributori   |    carrello
autoreElisa Fiore Marochetti
titoloLa sicurezza dello stato nell'Antico Egitto
collanaSegreti 7
editoreNuova Argos
anno2017
formato12x17 cm
illustrazionibianco/nero e colore
pagine144
prezzo€ 10,00
ISBN978-8888693-24-8
    

in breve
Il tema della sicurezza è così intimo nella vita di uno stato da costituirne una sorta di scatola nera, sintesi di valori e di prassi che, analizzati anche dopo millenni, testimoniano il progressivo divenire di una società, dei suoi sogni e delle sue contraddizioni.
Elisa Fiore Marochetti, in questa opera dedicata alla sicurezza nell'Antico Egitto, in un viaggio narrativo attraverso i millenni ci spinge in labirinti usurati dal tempo, nei codici etnografici studiati, verificati e decodificati con pazienza ma ancora incompleti e non sempre facilmente contestualizzabili.
Abbiamo dimestichezza con l'Antico Egitto, l'abbiamo studiato con interesse, ne siamo stati affascinati e, per certi versi, abbiamo voluto essere epigoni di quella grande civiltà mai completamente scomparsa. Ha rappresentato la prima sostanziale esperienza di imperialismo, capace di occupare ampi spazi militari, culturali e scientifici, di anticipare quella grandezza che solo millenni dopo avrebbero colmato i greci e i romani.
È un processo non lineare, quello della civiltà egizia, che sconta arretramenti, evoluzioni, criticità irrisolte, fasi alternate di successi e decadenze, così come a sussulti procedono le scoperte archeologiche e antropologiche; solo con la tecnologia moderna si svelano misteri e si suffragano ipotesi di un tempo troppo lontano per poter essere trattenuto nel pugno.
È una civiltà tesa alla conservazione e alla testimonianza, attenta a lasciare orme di un cammino quale antidoto alla fragilità e alla vanità dell'esistenza e alla vocazione naturale all'infinito.

[...]

L'autrice segue sentieri e tracce con combinazioni inusuali, rimescola le conoscenze per illuminare i segreti ànditi della sicurezza dell'epoca, mettendo in rilievo le prime ombre dell'intelligence nel suo embrione mai compiutamente manifesto.
Sembra adottare le tecniche di controspionaggio, investiga tra i documenti e gli eventi, analista tra controverse fonti e frammenti di dati da ricostruire; si fa spia e riesce a cogliere dalle situazioni più critiche gli indizi, anche deboli, di un'attività informativa che tale tecnicamente possa essere definita.
Prima di tutto, con l'amore per l'egittologia l'autrice rassicura che le rotte segnate dalla sua narrazione sono levigate e isolate con cura e, del fitto paesaggio storico dell'Antico Egitto, afferra le cifre più significative perché il lettore possa salire in cima evitando le ardite pareti manualistiche.
Restituisce i racconti con la leggerezza di un ricordo e ci fa familiarizzare con il tempo dell'Antico, Medio e Nuovo Regno attraverso le faglie di quei periodi intermedi che offrono spunti euristici sulle correnti indomabili della trasformazione.

dalla Prefazione


il sommario
PREFAZIONE
di Alessandro La Ciura

INTRODUZIONE

1. LA SICUREZZA TERRITORIALE

2. LO SPIONAGGIO MILITARE E LA DIPLOMAZIA

3. SISTEMI DI SCRITTURA CRIPTICA

4. LA SICUREZZA INTERNA

BIBLIOGRAFIA


l'autore
ELISA FIORE MAROCHETTI ha conseguito un master in Egittologia all'Università di Oxford e il dottorato di ricerca in Egittologia all'Università di Roma 'La Sapienza'. Ha tenuto corsi di Egittologia alle facoltà di Lingue e Letterature straniere dell'Università di Torino e di Lettere dell'Università degli studi di Roma2 'Tor Vergata'. È funzionario presso la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Torino.


TOP

Copyright © 2010 Dat Donat Dicat Srl - P.Iva 06943841004