home   |    chi siamo   |    contatti
biblioteche   |    distributori   |    carrello
autoreUmberto Broccoli
titoloSpie... di. Cibo e servizi segreti
collanaSegreti
editoreNuova Argos
anno2015
formato12x17 cm
illustrazionibianco e nero / colore
pagine180
prezzo€ 10,00
ISBN978-88-88693-16-3
    

in breve
Il tema dell'alimentare è sempre più centrale nell'agenda politica internazionale, sebbene, rispetto alle numerose e apprezzabili enunciazioni di princìpi e valori, non sempre le conseguenti progettualità riescano a tradursi nel concreto quotidiano.
Sono stati necessari la 'mucca pazza', 'l'olio di colza', l'avvelenamento da metanolo, la xylella o le cicliche crisi idriche per suscitare la dovuta attenzione, spesso con atteggiamento reattivo più che propositivo.
Le analisi globali sull'alimentare sono destinate ad analoga sorte di quelle sul clima o sulle risorse disponibili: apprezzate, se ne parla ma, nel lungo periodo, le conseguenti misure volte a soddisfare il bisogno spesso languono.
Per problemi globali servono strategie globali, convergenti interessi ad azioni comuni.
Quest'anno all'Italia va il merito, in relazione a Expo 2015, di aver rilanciato l'argomento a livello mondiale, con un progetto di incontro e di condivisione delle migliori prassi e delle tecnologie adottate per assicurare uno sviluppo armonioso e sostenibile. 'GNOSIS. Rivista italiana di intelligence' ha dato vita a un foro di riflessione dedicando all'alimentare e ai suoi poliedrici aspetti un numero monografico, sollecitando successivi approfondimenti.
L'originale lavoro di Umberto Broccoli prosegue in questa direzione e ha l'ambizione di proporre i diversi modi in cui si legano cibo e intelligence.
Materia complessa, quella dell'alimentare, ma ancor più ardua è l'impresa di coniugarla con quello spazio diradato e fumoso dell'intelligence, sospeso tra agiografia letteraria e pregiudizi duri a scemare.
Broccoli accetta la sfida e, con fine gusto e spirito amabile, si introduce con leggerezza nell'intimo vissuto delle spie più note al pubblico, rivelandone quel narcisistico gusto gastronomico che non di rado riflette la stessa natura labirintica del loro profilo professionale.
Certo, Broccoli accomuna per brevità e con licenza poetica l'agente segreto e l'informatore: l'uno, inserito strutturalmente nell'organizzazione dell'intelligence; l'altro, leva e strumento dell'azione informativa sul terreno, procacciatore di informazioni e fulcro di una rete che contribuisce a incrementare. Quest'ultimo sarà prezzolato, ideologicamente adesivo o meramente opportunista ma, sempre, alle dipendenze del soggetto agente e fondamentalmente esterno all'ordinamento stabile della 'Casa Madre'.


Dall'Introduzione di Alessandro La Ciura


il sommario
Introduzione

1. In principio era Bond, tanto per cominciare
2. Spiando le spie
3. Il mio nome è Bond, James Bond
4. Citofonare Bond
Parola di Ian Fleming
5. Shaken not stirred. Dall'aperitivo alla colazione di Bond
6. C'est si Bond
Bouillabaisse alla Marsigliese
Doner Kebab
La salsa per fare colpo su Bond
Spaghetti alla bolognese
7. Agitato e non mescolato. La vendetta
8. L'uovo Nero
Uova al burro nero
Prosciutto della Georgia alla griglia con gelatina di ribes
Uova strapazzate
Omelette con funghi e mandorle
Insalata di aragosta alla brasiliana
Piccioni con salsicce e crauti
9. La spia venuta dal frigorifero
Minestra al pomodoro (minestra Maigret)
Maigret, burbero, si siede a tavola
Galletto al vino bianco
10. Da Wolfe a Wolf
11. In bocca al Lupo
Reibekuchen
Kartoffelsalat
Panzerotto non andare via
Pirog malyšev
Col cavolo
Tutto kaša e kvas
12. I segreti della spia (che venne dal caldo di una cucina)
Caviale di Melanzane
13. Mischa per due e per Otto
Aringa russa con patate
Zuppa di cavolo russa šci
14. Trent'anni dopo
15. L'altrove
Boršc, detto anche boršc alla Wolf
Una pietanza simbolo, quasi una bandiera militare
Insalata moscovita
16. Nulla è per caso
17. Spie di coincidenze… spiedi
Spie come segnali

Bibliografia
Biografia


l'autore
UMBERTO BROCCOLI

Laureato in Archeologia cristiana nel 1976 presso l'Università di Roma 'La Sapienza', vi ha insegnato per tre anni Epigrafia cristiana antica, greca e latina. Successivamente è stato direttore del Castello di Giulio II di Ostia e membro del Consiglio Nazionale per i Beni Culturali. Come archeologo medievista ha lavorato per la Soprintendenza Archeologica di Roma. Dal 1° agosto 2008 al 12 giugno 2013 è stato Sovrintendente per i beni culturali di Roma Capitale.
Tra i diversi incarichi assunti in ambito culturale quelli di: direttore artistico della prima edizione di 'Archeofestival' (manifestazione dedicata alla promozione e alla valorizzazione dei beni archeologici - Perugia, 10/14 maggio 2006); direttore artistico, conduttore e autore di 'Sulle sponde del mio Tevere' (incontri spettacolo su Roma e la sua cultura, promossi dal ministero per i Beni e le attività culturali).
Ha collaborato con testate giornalistiche nazionali (tra le altre: «la Repubblica», «TV Sorrisi e Canzoni», «Reset», «Archeo», «L'Osservatore Romano») ed è autore di numerose pubblicazioni.
Come autore e conduttore ha realizzato per la Rai programmi radiofonici e televisivi, produzioni cinematografiche ed eventi teatrali ('La straordinaria storia d'Italia', 'Italia. Istruzioni per l'uso', 'Italia ore 6', 'Telesogni', 'Luna Park', 'L'unaitaliana', 'Ora sesta', 'Signori illustrissimi', 'La scoperta dell'Europa', 'Questa sera a via Asiago 10', 'Uno mattina estate', 'Novecento', 'Unomattina').
Ha scritto e condotto: per gli ottant'anni della radio, da gennaio a ottobre 2004, 'Ottantaradio', in diretta dagli studi Rai della Toscana; per 'Isoradio', la rubrica dedicata a 'Le Storie della Storia'.
Dal 2004 al 2006 è andato in onda quotidianamente su Canale 5 con 'Amando', spazio riservato alla poesia, nell'ambito della trasmissione 'Tutte le mattine'.
Tra gli altri eventi teatrali ha scritto, diretto e interpretato: ‘Luci colori e note per la pace’, in scena nel 1999 a L'Aquila; ‘Per le vite ritrovate’, serata inaugurale del Teatro Massimo di Palermo nel 2000; ‘Romàntìca. Accenti sulle Storie di Roma’, nel 2009, rassegna di spettacoli inediti di parole e note (promossa da Roma e articolata in sei appuntamenti la domenica mattina con grandi nomi italiani della musica, del cinema e del teatro); ‘Verso (per) la libertà’, concerto spettacolo a vent'anni dalla caduta del Muro di Berlino, svoltosi il 9 novembre 2009; ‘150 ma non li dimostra’, spettacolo realizzato nel 2011 per le celebrazioni del 150° anniversario dell'Unità d'Italia.
Attualmente cura in video la rubrica ‘In diretta dalla Storia’ per Unomattina (Rai 1).
Per il «Corriere della Sera» cura su «Sette» la rubrica ‘Storie (di) note’.



TOP

Copyright © 2010 Dat Donat Dicat Srl - P.Iva 06943841004