home   |    chi siamo   |    contatti
biblioteche   |    distributori   |    carrello
titoloStoria e natura come sistema. Un progetto per il territorio libero dell'area romana
a cura diVittoria Calzolari
collanaUrbanistica e Ambiente
editoreArgos
anno1999
formato22,5x24 cm
illustrazionibianco/nero e colore
pagine356
prezzo€ 39,00
ISBN88-85897-82-7
disponibilitàdisponibile
     

in breve

La dimensione metropolitana di Roma dovrebbe essere definita dagli organismi pubblici che ne hanno la responsabilità in tempi brevi. Della città metropolitana si dovranno precisare la dimensione spaziale e la struttura fisica, la struttura amministrativa e gli indirizzi economici, le reti di comunicazione materiali e immateriali, i requisiti ambientali e culturali. E questi sono solo alcuni dei requisiti da armonizzare tra loro, che vengono però spesso considerati solo in parte e solo separatamente. Una condizione e premessa perché l'armonizzazione possa ottenersi è l'esistenza, a monte e lungo tutto il percorso, di una idea della 'nuova città' - o meglio dell'arcipelago delle città e dei loro territori - chiara ma sottilmente intessuta di cose individuali e collettive, materiali e immateriali, visibili e invisibili. È per questo necessario scoprire, come tenta di fare il Marco Polo di Italo Calvino nei suoi tanti viaggi, «le ragioni segrete che hanno portato gli uomini a vivere nelle città, ragioni che potranno valere al di là di tutte le crisi». Una delle ragioni sta, secondo l'ipotesi e tesi dello studio presentato, nell'esigenza di ricercare il nesso tra natura e storia. Tale ricerca è il filo conduttore dello studio sull'area romana e il filtro attraverso il quale vengono ripercorsi temi significativi in sé e nel caso attuale; viene proposta una dimensione metropolitana coerente con l'idea-guida; viene delineato un progetto del sistema degli spazi liberi, dei luoghi verdi, delle acque, dei paesaggi, legato alle identità storiche e ambientali, da assumere come trama ordinatrice della nuova città. Una delle ragioni di questo studio sta nell'esigenza di ricercare e di scoprire il nesso tra natura e storia. L'interpretazione in senso progettuale delle correlazioni tra gli aspetti antropici e gli aspetti fisico-naturalistici, da cui derivano i caratteri dell'ambiente, del territorio e del paesaggio dell'area romana. Viene proposta una dimensione metropolitana delineando un progetto del sistema degli spazi liberi, dei luoghi verdi, delle acque, dei paesaggi, legato alle identità storiche ambientali della città.

il sommario

Presentazione

Nota introduttiva e ringraziamenti

1. IMMAGINE DEGLI SPAZI APERTI DI ROMA E DEL SUO TERRITORIO

2. LA RICERCA-PROGETTO: IDEE GUIDA, OBIETTIVI, CRITERI E SVILUPPI POSSIBILI

3. SISTEMI DEL VERDE REALI, PROGETTATI, VIRTUALI DALLA ROMA DEL NOLLI ALLA FINE DEL XX SECOLO

4. I GRANDI SISTEMI AMBIENTALI COME FATTORI INTERRELATI DI CONFIGURAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO DELL'AREA ROMANA

5. LA COSTRUZIONE DEL PAESAGGIO STORICO ROMANO

6. SISTEMI AMBIENTALI E USO DEL TERRITORIO: ALCUNE SITUAZIONI CRITICHE

7. LINEAMENTI DI PROGETTO PER IL SISTEMA DELLE AREE LIBERE DELL'AREA ROMANA

8. TEMI PROGETTUALI RICORRENTI IN RAPPORTO ALLA STRUTTURA STORICO-AMBIENTALE PROPOSTA

TEMI PER LA 'NUOVA CITTÀ'
UNA BIBLIOGRAFIA INCOMPLETA


TOP

Copyright © 2010 Dat Donat Dicat Srl - P.Iva 06943841004