home   |    chi siamo   |    contatti
biblioteche   |    distributori   |    carrello
autoreRichard Boesel
titoloOrazio Grassi. Architetto e matematico gesuita
collanaBiblioteca Blu. Saggi
editoreArgos
anno2004
formato23x30 cm
illustrazionibianco/nero e colore
pagine412
prezzo€ 90,00
ISBN9788888690026
disponibilitàdisponibile
     

in breve

Con questo volume si presenta una raccolta di materiali grafici assolutamente inediti rinvenuti di recente nell'archivio della Pontificia Università Gregoriana a Roma, in un fondo che può definirsi una delle più sensazionali conquiste riportate in questi ultimi anni dalla ricerca storico-architettonica sul barocco italiano. L'approfondita analisi di ben 150 disegni e una sistematica raccolta di fondi documentari diventano l'occasione anche per il primo studio monografico dedicato a Orazio Grassi (Savona 1583-Roma 1654), personaggio chiave della cultura gesuitica del XVII secolo. Figura tra le più versatili della vita culturale e artistica della sua generazione, Orazio Grassi svolse un'intensa attività come letterato e teologo, ma soprattutto come matematico, astronomo, fisico, ingegnere nautico, cartografo, architetto e scenografo. Incaricato di prestigiosi compiti istituzionali, tra i quali professore al Collegio Romano e consiliarius aedificiorum, cioè censore di progetti architettonici presso la curia generalizia, il suo capolavoro resta la chiesa romana di Sant'Ignazio, il più monumentale edificio sacro allora in costruzione nell'Urbe e tra le massime espressioni di squisito ed equilibrato classicismo prebarocco. Sensibile all'empiria sperimentale della nuova scienza, ma al contempo fervido difensore delle dottrine ufficiali della Chiesa, l'intellettuale religioso si trovò in aperto conflitto con Galileo Galilei, che sarcasticamente stilò contro di lui il celebre "Saggiatore". Uomo di erudizione universale, provveduto di straordinarie capacità metodologiche, speculative e retoriche, Orazio Grassi era dotato di poliedrici talenti artistici e, «seppe disegnare, pingere, colorire ad olio, di scultura, architettura, di machine», come riferisce un suo contemporaneo. I fogli autografi dell'album - di soggetto non solamente architettonico e tecnico, ma anche figurale, ornamentale o di libera raffigurazione - testimoniano la sua notevole originalità immaginativa, raffinatezza di gusto, nonché una certa scioltezza ed eleganza nell'uso dei mezzi grafici. E non mancano importanti novità davvero inaspettate, come alcuni fogli originali attribuibili ad altri noti artisti del tempo, e inediti disegni di Alessandro Algardi.

il sommario

Prefazione di Wiktor Gramatowski S.J. e Lydia Salviucci Insolera

ORAZIO GRASSI. APPUNTI PER UNA MONOGRAFIA, di Richard Boesel
Considerazioni preliminari
Fonti bibliografiche
Opere scientifiche e letterarie del Grassi
«Huomo d'ingegno fertile e nuovo archimede»
Contatti intellettuali e culturali di Orazio Grassi
Le opere architettoniche nel percorso biografico di Orazio Grassi
Formazione e collocazione artistica
La composizione dell'Album della Gregoriana e la sua disamina codicologica
Il problema delle attribuzioni
Struttura e propositi

CATALOGO RAGIONATO DEI DISEGNI
1-2. Bologna. Chiesa metropolitana di San Pietro, cappella di Sant'Ignazio
3-5. Genova. Chiesa dei Santi Ambrogio e Andrea (del Gesù),
cappella di San Francesco Saverio e cappella Spinola
6. Genova. Palazzo Balbi, oggi Palazzo Reale
7-8. Napoli. Gesù Nuovo, intarsi marmorei
9-10. Roma. Casa professa
11-15. Roma. Chiesa del Gesù
16-42. Roma. Sant'Ignazio
43-45. Roma. Collegio Romano
51-52. Savona. Cattedrale di Santa Maria Assunta,
tabernacolo dell'altare maggiore (di Magda Tassinari)
53-56. Savona. Santuario di N.S. di Misericordia,
Nuovo Ospizio (di Magda Tassinari)
57-62. Siena. Chiesa di San Vigilio
66. Progetto per chiesa a croce allungata
67. Chiesa a pianta centrale non identificata
68. Chiesa circolare
69-74. Ville
75. Scenografie (di Magda Tassinari)
76. Refettorio
77-78. Volta a botte che sovrasta la navata di una chiesa
79-80. Decorazioni di volta a botte lunettata
81-83. Soffitti lignei a cassettoni
84. Colonne di ordine dorico e ionico
85-86. Capitelli
87-89. Trabeazione di ordine corinzio
90. Cornicione
91-92. Girali d'acanto
93. Modanature
94-96. Mensole ornamentali
97. Balconata e trabeazione
98. Progetto di un balaustro
99-100. Fregi decorativi (di Magda Tassinari)
101-105. Cartelle varie
106-107. Scudi con angeli sopra un arco (di Ursula V. Fischer Pace)
108-111. Decorazioni per l'editoria (di Magda Tassinari)
112. Calice (di Magda Tassinari)
113. Decorazione di una facciata di un palazzo (di Magda Tassinari)
114. Decorazione parietali con cariatidi,
riquadri con figure sedute e trofei (di Ursula V. Fischer Pace)
115-118. Decorazioni a monocromo di un costolone e di fregi
(di Ursula V. Fischer Pace)
119-125. Studi prospettici (di Filippo Camerota)
126-130. Cartografia e fortificazioni (di Magda Tassinari)
131-144. Navi (di Furio Ciciliot)
145-147. Strumenti matematici (di Filippo Camerota)
148. Pompa a mantice; cartiglio e statua in una nicchia
(di Filippo Camerota)
149-150. Ritratti (di Magda Tassinari)
151. Studio di carattere scientifico naturalistico (di Filippo Camerota)
152. Base ornata

ELENCO DELLE STAMPE
CONCORDANZE FOGLI
CONCORDANZE SCHEDE

BIBLIOGRAFIA
INDICE DELLE PERSONE
INDICE DEI LUOGHI

l'autore

RICHARD BOESEL, nato a Vienna, è annoverato fra i più illustri studiosi di storia dell'architettura dal Cinque al Settecento. La sua formazione metodologica, acquisita nella tradizione storico-artistica della scuola di Vienna, gli ha conferito una spiccata sensibilità nell'analisi di problemi formali, tipologici e semantici. Con sistematiche e originali ricerche di archivio si è dedicato, tra l'altro, all'esplorazione storica del patrimonio architettonico della Compagnia di Gesù in Italia, indagando non solo i singoli cantieri e le loro vicende progettuali, ma soprattutto le relative implicazioni istituzionali e socioculturali. Grazie a una lunga esperienza di conservatore all'Albertina di Vienna ha sviluppato una particolare competenza nella lettura dei disegni di architettura, capacità indispensabile per svolgere le complesse investigazioni, interpretazioni e ricostruzioni che stanno alla base del presente volume. Attualmente dirige l'istituto Storico Austriaco a Roma ed è membro dell'Accademia Austriaca delle Scienze nonché dell'Accademia Nazionale di San Luca. Insegna all'Università di Vienna e ha svolto attività didattiche in vari atenei italiani.


TOP

Copyright © 2010 Dat Donat Dicat Srl - P.Iva 06943841004