home   |    chi siamo   |    contatti
biblioteche   |    distributori   |    carrello
autoreFrancesca Cappelletti, Laura Testa
titoloIl trattenimento di Virtuosi. Le collezioni secentesche di quadri nei Palazzi Mattei di Roma
editoreArgos
anno1994
formato17x24 cm
pagine456
prezzo€ 36,15
ISBN88-85897-68-1
disponibilitàdisponibile
     

in breve

«L'aspetto più vistoso della ricerca documentaria di Francesca Cappelletti e Laura Testa, nel ricostruire le collezioni di antichità e di dipinti dei Mattei, è costituito senz'altro dalle novità che riguardano il Caravaggio. Nella "Cena in Emmaus" di Londra, dipinta secondo il Bellori per Scipione Borghese, non solo è chiarita l'originaria appartenenza a Ciriaco Mattei, ma viene acquisita l'esatta datazione al 1601. L'opera era stata riferita al 1594 dal Longhi, al 1594-95 dal Baroni, al 1599-1600 dal Mahon; ma al 1600-1 o al 1601-2 da altri (Roettgen, Moir, Gregori). "La presa di Cristo nell'orto", recentemente ritrovata e in precedenza datata in vario modo, sulla base delle copie, tra il 1595 e il 1605-6, spetta al 1602. [...] i metodi e gli orizzonti delle ricerche storico artistiche si sono ampliati secondo strumentazioni ben più capillari, di cui proprio questo libro è un valido modello. Voglio dire che le nuove informazioni sul Caravaggio non sarebbero emerse, se le due studiose avessero intrapreso una ricerca di stampo tradizionale, direttamente mirata al pittore e non, come invece hanno fatto, una sistematica indagine su una delle più importanti famiglie dell'epoca, i Mattei, impegnata non solo nel collezionare, ma addirittura nel ristrutturare e attrezzare una intera 'isola' della città. Non muta soltanto, con questo spostamento d'obiettivo dall'artista ai committenti, la valenza sociologica o "territoriale" della ricerca e dei suoi risultati; ma è la stessa informazione artistica a risultarne ingrandita, per la vastità del tessuto riportato in luce, attraverso una mole importante di dati che hanno davvero la capacità di farci rivivere nei suoi complessi rapporti e nelle sue ambizioni, il comportamento di un dato ambiente nei confronti del fenomeno artistico e della sua promozione», dalla Prefazione di Maurizio Calvesi


TOP

Copyright © 2010 Dat Donat Dicat Srl - P.Iva 06943841004