home   |    chi siamo   |    contatti
biblioteche   |    distributori   |    carrello
titoloRerum Romanarum Fragmenta. Viaggio tra le carte di una famiglia romana. L'Archivio Cardelli, 1473-1877
a cura diCristina Falcucci, Michele Franceschini, Elisabetta Mori
collanaLe carte dell'arte
editoreArgos
anno1997
formato17x24 cm
illustrazionibianco/nero e colore
pagine92
prezzo€ 15,49
ISBN88-85897-58-4
disponibilitàin esaurimento
     

in breve

«Tra le tante peculiarità e contraddizioni che caratterizzano l'universo di Roma, quella della sua storia come città, nella concretezza fisica, sociale, politica e persino amministrativa del termine, è forse una delle più emblematiche. Una inafferrabilità dovuta certamente all'intrinseca difficoltà, per gli storici, di discernere la concretezza della trama cittadina, fatta di uomini, di vincoli familiari, di relazioni sociali, di attività politica e amministrativa, di transazioni economiche, in un tessuto ove si intrecciano mito e realtà, particolare e universale, temporale e spirituale, governo centrale e governo locale, corte pontificia e corti cardinalizie, diplomazia e clientele, concentrazioni di capitali e speculazioni finanziarie, brillanti carriere e strategie internazionali. [...] Già nel 1871, a pochi mesi dalla presa di Porta Pia, Costantino Corvisieri, incaricato di una ricognizione degli Archivi romani, notava che la povertà dell'archivio comunale era senz'altro dovuta ad un fenomeno di dispersione delle carte e poco più tardi L. Von Pastor ipotizzava che le strane lacune, che presentavano gli archivi romani, fossero imputabili alle devastazioni compiute durante il sacco di Roma del 1527. In realtà, più che ad eventi traumatici, la frammentarietà della documentazione [...] è imputabile ad uno smembramento e ad una dispersione in vari archivi dei documenti riguardanti la storia di Roma. In assenza di precise norme e grazie ad una prassi usa a disattendere quelle poche che pur esistevano, i documenti ufficiali del Comune erano spesso trattenuti presso gli uffici dei notai che avevano rogato gli atti o presso i singoli magistrati che avevano ricoperto uffici pubblici. Di qui la necessità di un lento, tenace lavoro di ricerca e di recupero per ricucire la trama di testimonianze, documenti, indizi che restituiscano una fisionomia concreta alla nostra città. [...] del porsi dell'Archivio Capitolino come centro della memoria storica della città sono un segno eloquente le progressive acquisizioni di numerosi archivi delle famiglie che alla storia di Roma hanno nei secoli attivamente contribuito, dagli Orsini ai Caprinaca, ai Boccapaduli, ai Peretti, ai Cardelli, ai Ludovisi, agli Astalli, solo per citarne alcune. L'iniziativa di mostrare ad un pubblico più vasto la ricchezza di spunti e indicazioni per la ricerca storica sulla nostra città offerta da un archivio di famiglia vuole essere un invito a conservare e raccordare le memorie di quanti alla nostra storia hanno contribuito e un auspicio perché non si disperdano o allontanino da Roma, come è recentemente avvenuto per il ricchissimo Archivio della famiglia Colonna, le preziose testimonianze del nostro passato», dalla Presentazione di Paola Pavan.

il sommario

PRESENTAZIONI
Paola Pavan
Manlio Barberito
Antonio Martini
Carlo Cardelli

L'ARCHIVIO CARDELLI
I PRIMOGENITI CARDELLI
- Jacopo (1473-1530)
- Giovan Pietro (1509-1566)
- Alessandro (1553-1618)
- Asdrubale Seniore (1626-1662)
- Asdrubale Juniore (1652-1732)
- Antonio (1684-1750)
- Francesco Maria (1715-1778)
- Alessandro (1749-1822)
- Carlo (1789-1877)
GLI ARCHIVI DELLE FAMIGLIE IMPARENTATE
- La famiglia e l'archivio Alveri
- La famiglia e l'archivio Velli
- La famiglia e l'archivio Capponi
- L'archivio Savelli Peretti
- Carte Cavalieri

TAVOLE
LE RESIDENZE
- Palazzo Cardelli
- Palazzo Alveri
- Palazzo e vigna Capponi
- Palazzo Velli
LA LIBRERIA DI FRANCESCO MARIA CARDELLI

approfondisci

Fonti di grandissimo interesse per la storia della città cui appartengono, gli archivi gentilizi meritano cura, attenzione e conoscenza non meno di quelli delle pubbliche Istituzioni. Emblematico è l'esempio dell'archivio Cardelli, conservato nell'Archivio Storico Capitolini, al cui interno sono confluiti, per imparentamento, gli archivi di altre importanti famiglie romane (Alveri, Capponi, Peretti, Velli). La documentazione in essa conservata, di cui questo catalogo vuole presentare una selezione ragionata, offre numerose tessere - rerum romanarum fragmenta, appunto - indispensabili alla ricostruzione di quel complesso mosaico che è la storia della città di Roma.


TOP

Copyright © 2010 Dat Donat Dicat Srl - P.Iva 06943841004