home   |    chi siamo   |    contatti
biblioteche   |    distributori   |    carrello
autoreCarla Benocci
titoloVilla Aldobrandini a Roma
collanaGuide
editoreArgos
anno1992
formato13x24 cm
illustrazionibianco/nero
pagine256
prezzo€ 16,00
ISBN88-85897-17-7
disponibilitàesaurito
     

in breve

«Questo libro è dedicato alla storia di Villa Aldobrandini attraverso atti di acquisti e vendite, e la meticolosa analisi storica delle pendici sud-occidentali del Quirinale dall'antichità al XVI secolo. [...] In questo libro costituisce estremo interesse la riscoperta di una raccolta romana di antichità (arredi e dipinti) sepolta nell'oblio della dispersione selvaggia e ignorante comune alla maggioranza delle grandi raccolte romane, i cui fili tenuissimi e difficilmente rintracciabili ci conducono oggi, e nel migliore dei casi, alle raccolte esistenti nei musei italiani e stranieri, Stati Uniti compresi. [...] Il merito di questa studiatissima e laboriosa ricerca consiste proprio nell'avere ritessuto la trama della raccolta ereditaria Vitelli-Aldobrandini-Pamphilj-Borghese che fu consegnata quasi intatta all'ultimo mecenate della villa: il generale conte Alexandre Sextius Miollis, ufficiale di Napoleone, giunto a Roma il 3 febbraio 1808 e divenuto governatore degli Stati Romani in nome dell'imperatore francese. [...] L'esproprio del parco per l'apertura di Via Nazionale segnano il declino della villa, deturpata da nuove costruzioni e tagliata in due da una rapidissima speculazione edilizia dopo l'avvento, davvero infausto, per la totalità delle ville storiche romane, di Roma capitale. [...] l'esproprio del 1926, segnava il passaggio della villa al Demanio e al Comune di Roma per la parte arborea. La villa veniva coś affidata a due istituzioni pubbliche che, se impedirono selvagge speculazioni private, davano adito, come per altre ville storiche romane, a complessi problemi di gestione e di tutela oltre che ad uno smembramento incompatibile con la struttura unitaria della villa», dalla Introduzione di Paola Hoffmann

il sommario

Prefazione, di Carlo Scarchilli
Presentazione, di Enrico Guidoni
Introduzione, di Paola Hoffmann

I. LE PENDICI SUD-OCCIDENTALI DEL QUIRINALE DALL'ANTICHITÀ AL XVI SECOLO E LA VILLA DI MONSIGNOR GIULIO VITELLI
II. LA VILLA LUOGO DI OTIUM: LA RISTRUTTURAZIONE DEL COMPLESSO, IL RINNOVO DEL GIARDINO E DEGLI ARREDI, COMMISSIONATI DAI CARDINALI PIETRO ED IPPOLITO ALDOBRANDINI (1601-1626)
III. L'EREDITÀ ALDOBRANDINI E LE ALTERNE VICENDE DELLA VILLA NEL CORSO DEL SEICENTO
IV. LA VILLA META DEI «GRAND TOURS» SETTECENTESCHI E LE SPOLIAZIONI DI FINE SECOLO
V. IL SALOTTO NAPOLEONICO: IL RINNOVO NEOCLASSICO DEL COMPLESSO COMMISSIONATO DAL GENERALE FRANÇOIS ALEXANDRE SEXTIUS MIOLLIS
VI. CAMILLO ALDOBRANDINI E LA RISTRUTTURAZIONE DI GUSTO PAESISTICO DELLA VILLA A METÀ DELL'OTTOCENTO
VII. L'APERTURA DI VIA NAZIONALE, L'ESPROPRIO DEL PARCO E LE NUOVE COSTRUZIONI
VIII. I PROGETTI DI EDIFICAZIONE DEL PARCO DI FRANCESCO STROCCHI E DI MARCELLO PIACENTINI DEGLI INIZI DEL NOVECENTO
IX. L'ESPROPRIO DEL 1926 ED IL PASSAGGIO AL DEMANIO ED AL COMUNE DI ROMA
X. NOTE

APPENDICE DOCUMENTARIA


TOP

Copyright © 2010 Dat Donat Dicat Srl - P.Iva 06943841004