home   |    chi siamo   |    contatti
biblioteche   |    distributori   |    carrello
titoloIl Foro Italico. Manifesto per un'architettura
a cura diAntonella Greco, Giorgio Muratore, Francesco Perego
editoreClear
anno1990
formato17x23 cm
illustrazionibianco/nero
pagine120
prezzo€ 15,00
ISBN88-385-0017-7
disponibilitàdisponibile
     

in breve

Questo libro fa parte delle iniziative promosse dal Comitato dei monumenti moderni per censurare la deva stazione del Foro Italico di Roma ad opera dei lavori realizzati in funzione dei campionati mondiali di calcio del 1990.
Il complesso di impianti sportivi del Foro Italico, costruito a Roma tra le due guerre, è un monumento urbano che il nostro tempo può guardare da una distanza sufficiente a distinguere il contesto storico e ideologico che lo rese possibile dalla consistenza materiale e simbolica, e dai valori qualitativi della realizzazione. L'eccezionalità dell'episodio, che si collega agli altri due significativamente analoghi della Città universitaria e dell'EUR, basta di per sé a consigliarne la tutela: per la chiarezza dell'impianto urbanistico e lo scrupolo dell'inserimento ambientale dell'attrezzatura destinata ai grandi eventi di spettacolo e di folla; per le singole architetture, per la decorazione di sculture, affreschi e mosaici. Si doveva sperare che l'avvenimento dei campionati mondiali di calcio, nella loro doppia natura di manifestazione sportiva internazionale e di investimento straordinario per migliorare l'immagine delle città ospiti delle gare, fosse l'occasione da cogliere per restituire le dovute cure a quest'opera che, negli ultimi anni è stata vittima di incomprensibile trascuratezza: lo Stadio del tennis di Costantino Costantini soffocato sotto gli ampliamenti, l'Accademia della Scherma di Luigi Moretti duramente ristrutturata per la celebrazione prima dei processi di terrorismo e poi di quelli ordinari, l'Accademia di Enrico del Debbio tinteggiata in un rivestimento plastico drammaticamente diverso dall'intonaco e dal colore originali [...]. È doveroso che alla prossima chiusura del sipario sui mondiali si accompagni l'apertura di un nuovo atteggiamento delle istituzioni verso queste memorie, con la promozione di un'opera di recupero che tenti di ricondurre il Foro Italico, se non alla stesura originale, almeno nelle vicinanze dei suoi valori perduti.

il sommario

MANIFESTO PER UN'ARCHITETTURA

CRONOLOGIA

FRANCESCO PEREGO, Se il Foro Italico è un monumento moderno
GIORGIO MURATORE, L'ultimo Foro
ANTONELLA GRECO, Il Foro dell'Arte


IL FORO ITALICO: GLI EDIFICI E I MONUMENTI
IL FORO ITALICO: LE ROVINE


TOP

Copyright © 2010 Dat Donat Dicat Srl - P.Iva 06943841004