home   |    chi siamo   |    contatti
biblioteche   |    distributori   |    carrello
autoreGiancarlo Priori
titoloLa poetica dell'ascolto
collanaManuali Clear
editoreClear
anno1988
formato10,5x18 cm
illustrazionibianco/nero
pagine144
prezzo€ 10,33
ISBN88-385-0011-8
disponibilitàesaurito
     

in breve

«In questi ultimi decenni si sono venute a creare condizioni che hanno mutato profondamente il modo di pensare la nostra disciplina e questo cambiamento ha riguardato sì il lavoro degli architetti ma anche quello dei critici e degli storici più attenti. Si è capito, infatti, che non si doveva più utilizzare il principio che divideva l'architettura antica da quella moderna, si è consolidata l'idea di una continuità storica se pur interrotta, a volte, da fatti che ne hanno estraniato i caratteri e le identità. Responsabile principale di questa frattura non è stata l'idea del 'moderno' in quanto tale, ma la degenerazione che ha portato questa quando è divenuta altra cosa da sé. Quando, cioè, si sono cominciati a porre precetti e statuti, quando si sono imposti processi di omologazione in tutte le parti del mondo, superando, con una leggerezza che lascia sbalorditi, la cultura dei luoghi cancellandone il carattere e l'identità. […] la lettura di un luogo, città o paese, collina o montagna, pianura o mare è una delle caratteristiche progettuali con la quale si esprimono le nuove generazioni di architetti. Spinti dal pressante problema ecologico, dalle condizioni sempre più di malato incurabile che ha assunto l'ambiente dove viviamo, l'architettura ha posto la propria attenzione a quella che è già stata definita la poetica dell'ascolto. Una poetica che indica una metodologia che va nella direzione del rispetto e della riscoperta dei valori del luogo ma che non si tira indietro davanti all'architettura definita da Goethe "una seconda natura che opera per fini civili". Si capisce così che l'ascolto di un luogo è nel rispettarne le attese, le vocazioni stratificate attraverso lo scorrere inesorabile del tempo. Se queste appartengono alla natura o alla tradizione non ha molta importanza, è altresì indispensabile capirne il profondo, la radice, sentirne i suoni, i sapori, coglierne con lo sguardo, le matrici e le differenze», dalla Introduzione di Giancarlo Priori.



il sommario

Presentazione di Paolo Portoghesi

INTRODUZIONE
THOMAS JEFFERSON (1743-1826)
SALA DI LETTURA PER LA BIBLIOTECA DELLA FACOLTÀ DI ARCHITETTURA DI ROMA
NUOVI ARCHITETTI ITALIANI
LA CITTÀ POLICENTRICA
METODO E CONTINUITÀ
L'ARCHITETTURA DEL SILENZIO
IL RECUPERO DELLA "MEMORIA"
OTTO WAGNER CON TUTTI I SUOI GIOIELLI
LA POETICA DELL'ASCOLTO
RIFACCIAMO CASA PIACENTINI
SOGNO E REALTÀ
IL MAESTRO DELLA "LINEA ITALIANA"
CORBU, CASA CON VISTA
LE RISPOSTE GIUSTE AL BISOGNO DI MEMORIA STORICA
CON CONDONI LO STATO SPECULA SUGLI ABUSI
COME RECUPERARE UN RAPPORTO CON IL PASSATO
SE IL NEMICO È L'ARCHITETTO
AYMONINO IN CITTÀ ANTICHE
SARTORIS: IL PIÙ ANARCHICO DEGLI ARCHITETTI
LA RIVISITAZIONE DEGLI ARCHETIPI
ADDIO METROPOLI, ADDIO
UN PEZZO DI PARIGI SENZA PIÙ I SUOI DEI
VIENNA, PROVINCIA DI...
AMPLIAMENTO DI UNA SCUOLA AD ALBANO
L'ATTO DEL COSTRUIRE
ROBERT STERN
TRA LE SCUOLE E LE MODE LE MOLTE VOCI DELL'ARCHITETTO
FIGURE DI PIETRA

INDICE DEI NOMI

l'autore

GIANCARLO PRIORI (Roma 1949) architetto e giornalista, svolge la propria attività didattica presso la Sapienza Università degli studi di Roma. Formatosi alla scuola di Paolo Portoghesi, a cui ha dedicato diverse monografie, è autore di numerosi progetti esposti in molte città italiane e straniere. Ha fatto parte della rivista «Controspazio».



TOP

Copyright © 2010 Dat Donat Dicat Srl - P.Iva 06943841004